Un amico in più per la Notte delle Stelle: Pietro Aradori

16.06.2017 20:11


Pietro Aradori, cresciuto cestisticamente nel vivaio di Casalpusterlengo, con Danilo Gallinari, fa il suo esordio tra i professionisti nella stagione 2006/2007 con la maglia di Imola mettendosi subito in luce tanto da attirare le attenzioni dell’Olimpia Milano con cui firma la stagione successiva salvo essere poi ceduto in prestito a Roma. Aradori sboccia definitivamente alla Angelico Biella nei due anni successivi: dopo un 2008/2009 comunque in netta crescita è nella stagione 2009/2010 che diventa protagonista a tutti gli effetti mettendosi in luce anche in campo europeo. Chiude la stagione regolare a quasi 17 di media e vince il premio di miglior under22 della Serie A.



Passato alla Mens Sana Siena, Pietro conquista in due anni due Scudetti, due Coppe Italia, due Supercoppe e un terzo posto in Euroleague. Nell’estate 2012 firma per due stagioni a Cantù, vincendo una Supercoppa, prima di trasferirsi nel 2014/2015 in Turchia al Galatasaray. Dopo una brevissima parentesi in Spagna all’Estudiantes Madrid torna in Italia per disputare i playoff con la maglia di Venezia. Nel 2015 passa alla Pallacanestro Reggiana diventandone uno dei leader e vincendo la Supercoppa nel 2015.

Dopo tutta la trafila con la maglia delle giovanili, con cui ha vinto un bronzo agli Europei under20 del 2007, Pietro esordisce in Nazionale maggiore il 4 giugno dello stesso anni, prima di diventarne un punto fisso a partire dal 2012. Con i colori azzurri disputa gli Europei del 2013 e del 2015 oltre al Pre Olimpico di Torino del 2016.

La Notte delle Stelle
Nel firmamento della Notte delle Stelle brilla Alessandro Gentile!