Altre News

Il Bullo con noi a Lecce per la Notte delle Stelle!!!

17.05.2017 16:51

Massimo Bulleri, il Bullo. Si potrebbe scrivere un intero capitolo di un libro su uno dei giocatori che, senza retorica, più ha fatto innamorare del basket tifosi in giro per l’Italia. Bullo dieci giorni fa ha annunciato, a quasi 40 anni, il suo ritiro del basket giocato dopo l’ultima stagione alla Pallacanestro Varese. In tanti hanno voluto essere presenti alla conferenza stampa che si è tenuta al palazzetto dello sport di Masnago. In tantissimi hanno voluto lasciare, non potendo essere presenti, un messaggio per lui in un video che sta facendo il giro del web.

Bullo è uno di quei giocatori che non potevi che ammirare, anche da tifoso avversario, per tutto quello che metteva in campo durante ogni partita. Anche in questo caso senza retorica, parliamo di un campione vero.

Cecinese doc, Bullo è stato uno dei leader della Benetton Treviso schiacciasassi di Mike D’Antoni ed Ettore Messina, vincendo con la maglia verde due Scudetti, quattro Coppe Italia, due Supercoppe italiane e una Coppa Saporta. Un palmares straordinario.

Nell’estate 2005 passa a Milano dove rimane, con l’inframezzo di due prestiti prima a Bologna sponda Virtus poi a Treviso, fino alle stagione 2009/2010, prima di fare ritorno nella sua Treviso da capitano. Dopo una brevissima parentesi a Scafati, si accasa per una stagione a Venezia, prima di passare i due anni successivi a Brindisi.

Lo scorso anno firma in A2 a Ferentino prima di chiudere la sua straordinaria carriera a Varese nella stagione appena conclusa. Sono 4.200 i suoi punti in Serie A come annunciato dallo speaker del PalaRuffini di Torino, quando coach Caja lo richiama in panchina durante l’ultima gara di campionato. E il palazzo si alza in piedi per lui.

Dimentichiamo qualcosa? Ovviamente la Nazionale. Semplicemente 127 presenze e 1.063 punti. Uomo simbolo e tra i leader dell’Italia che conquista il bronzo in Svezia 2003 (indimenticabile la difesa sull’ultimo tiro di Tony Parker nella finale terzo e quarto con i francesi che dava l’accesso ai Giochi Olimpici) e l’incredibile argento olimpico di Atene 2004.

#graziebullo

 

 
La Notte delle Stelle
Gek è dei nostri alla Notte delle Stelle!!!

Ultime News